A un occhio non attento possono sfuggire le bellezze che racchiude Latina. Una città giovane è vero, ma non per questo priva di storia, di opere d’arte, di modelli da seguire e studiare. Lo sanno bene ‘Anima Latina’ del presidente Maurizio Guercio e i ragazzi dell’Associazione ‘Imago Urbis’ che hanno voluto festeggiare a dovere l’81esimo compleanno della città capoluogo. Perché per proiettarsi verso il futuro, c’è bisogno di capire chi sei e da dove vieni. Per questo motivo, nel terzo lotto della Piazzetta Quartiere Nicolosi sono stati messi in mostra i gioielli architettonici di Latina, nel primo luogo in cui sono state realizzate le case popolari, tra il 1934 e il 1939. Fu Giuseppe Nicolosi a progettare un quartiere nato per ospitare operai e impiegati occupati nell’opera di bonifica ed edificazione di Littoria.

UN EVENTO UNICO

Matteo Coluzzi, presidente di Imago Urbis, spiega il perché di questa mostra a cielo aperto: “L’idea era quella di focalizzare l’attenzione su uno spazio che appartiene alla collettività. Ricordando il Natale della nostra città, vogliamo mettere in luce anche le opere architettoniche che ancora oggi sono oggetto di studio. Se guardiamo bene le linee di questo quartiere, notiamo una differenza sostanziale rispetto agli altri edifici del centro. Al ‘Nicolosi’ c’è una architettura di impatto, alloggi minimi realizzati con linee umili, ma efficaci. Quello di oggi è un evento unico per la nostra città, abbiamo in mente idee e progetti da sviluppare in futuro. La volontà è quella di rappresentare un contenitore di proposte aperto a tutti, un laboratorio dedito all’analisi delle nostre radici, alla proiezione dei nostri spazi nell’ottica di una ‘Smart City’.

Fino a mezzanotte sarà possibile ammirare foto e video, sono previste delle interessanti proiezioni in 3D, oltre a diverse altre sorprese che illumineranno la giornata al ‘Nicolosi’. Più che un quartiere, una città nella città.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + 14 =