L’ex sindaco di Sonnino, Roberto Migliori, è stato assolto dall’accusa di truffa.

L’esponente del centro destra in provincia di Latina era stato rinviato a giudizio per un presunto raggiro ai danni dell’Inpdap, l’istituto previdenziale per i dipendenti pubblici. Dalle indagini portate avanti dai carabinieri sembrava che Migliori si sarebbe assentato dal posto di lavoro con giustificazioni false.

Ieri si è svolta l’ultima udienza del processo davanti al giudice monocratico del tribunale di Latina, Valentini. Il pubblico ministero ha chiesto 9 mesi di reclusione. L’avvocato dell’ex primo cittadino, Domenico Bianchi, invece l’assoluzione perché il suo assistito non avrebbe mai commesso l’illecito contestato.

Dopo una breve camera di consiglio è arrivata la sentenza di assoluzione.