Oltre 24 milioni di euro destinati agli asili nido pubblici e privati.

A tanto ammontano le risorse messe a disposizione dalla Regione Lazio e destinate a sostenere spese di gestione e riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica e alla formazione dei lavoratori.

“Sappiamo quanto sia cruciale investire sulla scuola che in questo momento sta tornando a fare parte della quotidianità delle famiglie e lo scopo degli interventi è ampliare e sostenere la rete dei servizi per bambine e bambini – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – nella fascia di età compresa tra zero e sei anni ed evitare in ogni modo che i costi possano gravare sulle famiglie”.

I fondi, derivanti dal Miur, sono stati ripartiti in quattro obiettivi10 milioni ai Comuni per il sostegno alle spese di gestione degli asili nido pubblici e privati convenzionati per l’anno 2019/2020, in aggiunta alle somme riconosciute dalla programmazione regionale (pari a 10,5 milioni).

Altri 10 milioni per l’anno 2020/2021, 2,5 milioni per lo scorrimento della graduatoria relativa alla riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica destinati ai servizi di scuola dell’infanzia e asili nido ed infine, oltre 2 milioni sono riservati al potenziamento e alla qualificazione del personale educativo e docente.

Quest’ultima azione riguarda la formazione continua e la promozione dei coordinamenti pedagogici territoriali.

“La Regione Lazio – spiega l’assessore alle politiche sociali, Alessandra Troncarelli – conferma l’impegno in favore dei servizi educativi per i più piccoli. Tra gli ultimi provvedimenti adottati, ricordo il bando rivolto ai Comuni per l’erogazione di contributi volti alla riduzione delle rette a carico delle famiglie per l’anno educativo 2020/2021 con uno stanziamento di 6,2 milioni di euro. E, ancora, l’avviso pubblico per riqualificare edifici scolastici di proprietà pubblica, già esistenti e sottoutilizzati, al fine di farne ‘Poli per l’Infanzia’, promuovendo progetti di continuità pedagogica per la fascia 0/6 anni. A questa iniziativa sono destinati 975mila euro”.

E’ iniziato, inoltre, lo scorrimento della graduatoria per la riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica destinati ai servizi di scuola dell’infanzia e asilo nido, con un investimento di 7,2 milioni.