area archeologica Terracina
La segnalazione di un utente sui social

L’area archeologica di Terracina, nei pressi dell’Eurospin sull’Appia, sembra sparita. E’ interamente sommersa dall’acqua.

A segnalarlo alcuni cittadini, che denunciano lo stato di abbandono in cui si trova la zona da circa dieci giorni.

Ancora poco chiare le cause. Da qui l’appello a intervenire per restituire alla città un importante reperto archeologico.

Rinvenuta nel 2013, durante la costruzione del supermercato, è la dimostrazione di come Terracina offra preziose testimonianze di epoca romana.

Il sito, fortemente compromesso dagli interventi edilizi del dopoguerra, presenta una serie di ambienti affacciati su una via basolata. Questi sono stati interpretati come botteghe oppure come locali di un magazzino, destinati allo stoccaggio e alla conservazione delle merci. Le strutture si inserivano in un quartiere a vocazione commerciale, impiantato già nel I secolo a.C., funzionalmente collegato a un importante nodo di strade, al porto fluviale e allo scalo marittimo. Purtroppo le murature erano risultate di problematica lettura, a causa della presenza di abbondante acqua di falda e dei numerosi rifacimenti susseguitisi già in antichità.