“Ho vinto la fascia di Miss mamma italiana – riservata alle mamme di un’età tra i 25 e i 45 anni – a tradimento”, racconta con il sorriso Michela De Simone: strumentista romana, di 41 anni e mamma di 3 figli. Che ha partecipato al concorso nazionale di bellezza-simpatia ad Aprilia, domenica 25 novembre. “Pensavo che fosse una serata di beneficienza – aggiunge. O quanto meno  – così mi aveva detto Giuliana, mia suocera”.

Invece, ha partecipato anche lei, Giuliana, alla competizione, insieme alla figlia Alessandra. Mamma e figlia, quindi, che “competono” tra loro. “Una novità di quest’anno”, spiega Paolo Teti, ideatore del concorso nato 26 anni fa per valorizzare la figura della mamma.

Casalinghe, fotografe, insegnanti. Donne diverse tra loro, ma con una caratteristica in comune: quella di essere tutte mamme. Animate dalla voglia di mettersi in gioco, e dare inizio allo spettacolo.

A sfilare sul palco del risto-pub “Pidocchietto”, con abiti eleganti, sportivi e casual, anche mamme con fascia Gold (dai 46 ai 55 anni) ed Evergreen (over 56 anni).

Un concorso quindi sui generis. Una competizione all’insegna del divertimento, arricchita da poesie, ricette, balli e giochi di magia.

Miss Mamma Italiana è anche solidale. Da anni attenta sostenitrice di più associazioni Onlus come “Arianne” per la lotta contro l’Endometriosi, una malattia che colpisce 3 milioni di donne italiane in età fertile.

L’iniziativa pro mamma abbraccia quindi tutte le donne affinché lo spettacolo della vita possa continuare.