mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Aprilia, polemica sul quartiere Sacida. Rida: “I conti del sindaco Terra non tornano”

Rida Ambiente contesta le somme che il sindaco di Aprilia Antonio Terra dichiara di aver investito sul quartiere Sacida.

“Capiamo che in procinto di campagna elettorale si tenda a spararla sempre un po’ grossa – ha detto Fabio Altissimi, patron di Rida Ambiente, sull’utilizzo dei  benefit versati al Comune dall’azienda quale ristoro per la sua presenza – ma il sindaco Terra si scontra con una realtà incontrovertibile. Il quartiere Sacida manca di tutto: marciapiedi, rete idrica e fognante. Le strade sono un colabrodo e spesso non sono servite da impianti di illuminazione. Se davvero il sindaco ha investito tre milioni di euro dovrebbe allora controllare come sono stati eseguiti i lavori perché qualcosa deve essere andato storto”.

Dopo i reportage realizzati da Rida Ambiente e la raccolta firme per chiedere un cronoprogramma scritto di interventi nel quartiere, il sindaco Terra aveva emesso un comunicato in cui chiedeva conto dei benefit non versati a partire dal 2016 e invocando la Corte dei Conti. L’azienda aveva risposto ricordando al sindaco come fosse stata Rida Ambiente ad adire la magistratura per capire effettivamente a chi dovessero essere versati i benefit e ribadendo quanto poco fosse stato fatto per il quartiere a partire dal 2010.

“Il sindaco ha tentato nuovamente di attaccare Rida mostrando un rendiconto che ha aspetti un po’ surreali – prosegue l’amministratore Fabio Altissimi -. Nel suo nuovo comunicato la formazione civica che lo sostiene, in realtà schierata apertamente con il Pd regionale, afferma di aver investito quasi tre milioni dei tre e mezzo versati fino al 2016 dalla Rida Ambiente. Peccato che molte di quelle cifre citate non siano realmente state versate ma solo stanziate e che, soprattutto, alcuni dei lavori eseguiti siano in realtà frutto di finanziamenti regionali”.

Nonostante il milione di euro all’anno versato da Rida Ambiente, il sindaco sottolinea come un successo l’aver stanziato 405mila euro per realizzare il nuovo tratto di rete fognante e il collettore fognario principale da via Valcamonica al depuratore di Campoverde (ancora da realizzare). “Nei fatti i soldi potevano essere stanziati già nel 2013 ma lo è stato fatto solo a ridosso delle elezioni, senza dimenticare che il primo tratto di rete fognante è stato realizzato talmente male che ora la strada, come dimostrato dai nostri reportage, sta cedendo in più punti”.

Un discorso  a parte va fatto per via Valcamonica e per il ponte che il sindaco Terra ha dichiarato di aver realizzato proprio con i soldi del ristoro: “Vorremmo ricordare ad Antonio Terra che sull’albo pretorio del Comune vi sono documenti che attestano come per via Valcamonica la giunta Regionale abbia versato somme per 132.848,80 euro, e che quindi non tutti i lavori siano stai realizzati grazie a fondi comunali. Per quanto riguarda via Valtellina stentiamo a capire perché per quel ponticello, che versa in pessime condizioni, siano stati stanziati 450mila euro, peraltro a ridosso delle elezioni, ancora non spesi”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img