Aprilia è, e resta, una delle città della provincia di Latina più colpite dal covid. Non sono immuni dal virus neanche quelle strutture che ospitano coloro che maggiormente sono rischiano se contagiati: gli anziani.

E purtroppo una delle residenze per anziani della città, la San Michele Hospital, è finita sotto la lente di ingrandimento della Asl dopo che si è registrato un nuovo caso all’interno della struttura. A quanto pare, i nuovi casi di infezione da sars coV2 hanno interessato un solo piano della struttura. Questo grazie alla chiusura “stagna” dei piani, che vivono e lavorano ognuno in maniera indipendente proprio per limitare al massimo la possibilità che il virus si propaghi.

Il bilancio attuale parla di 8 operatori positivi ai tamponi rapidi, ma senza la conferma dei tamponi molecolari è presto per gridare ora si attendono gli esiti dei tamponi molecolari per avere la certezza che il virus stia circolando. Chi è rimasto coinvolto negli accertamenti della Asl naturalmente è in isolamento.

Intanto ieri l’ultima vittima della pandemia ad Aprilia. Si tratta di Marello Cotugno, 94 anni,  ex dirigente della Simmenthal di Aprilia. Era da giorni ricoverato nel reparto covid del Goretti di Latina.