Home Cronaca Aprilia, le irregolarità della pista ciclabile in Commissione europea. Castaldo presenta interrogazione

Aprilia, le irregolarità della pista ciclabile in Commissione europea. Castaldo presenta interrogazione

0

di Redazione – I lavori della pista ciclabile di Aprilia arrivano direttamente sul tavolo della Commissione europea con un’interrrogazione dell’europarlamentare grillino Fabio Massimo Castaldo.

Secondo il rappresentante del Movimento 5 Stelle a Bruxelles, infatti, i lavori per la pista ciclabile non sono ancora terminati e già presentano “irregolarità importanti”. L’opera è stata finanziata con fondi POR FESR Lazio 2007-2013 – Attività V .1 e II. 1 per il P.L.U.S. denominato “Aprilia Innova” per un totale di 760.135,57 euro. Il cantiere è stato aperto il 1 gennaio del 2014 e i lavori sarebbero dovuti terminare il 30 giugno così come da bando di gara che parla di 300 giorni. Ad oggi i lavori sono ancora in corso e il ritardo nella consegna non è l’unica cosa che il parlamentare sottopone all’attenzione della Commissione europea. La pista ciclabile, scrive in una nota Castaldo, “in piú punti molto stretta, disseminata di ostacoli (pali e contatori dell’acqua che ne invadono la carreggiata) ed inoltre i lavori prefigurano caratteristiche della pista stessa non conformi al Decreto Ministeriale 30 novembre 1999, n. 557 in riferimento a regolarità delle superfici e raggio di curvatura”.

Per questo il grillino chiede alla Commissione se sia a conoscenza del fatto che situazioni simili sono ricorrenti e se intenda intervenire in questo, come in altri casi, al fine di assicurare che negli Stati membri i fondi stanziati vengano utilizzati nei tempi e nelle modalità previsti.

“Si tratta – conclude l’europarlamentare – di uno dei tanti esempi di ritardi e cattiva gestione nell’utilizzo di fondi europei”.

*Foto inviate alla nostra redazione dal Movimento 5 Stelle di Aprilia

Exit mobile version