domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Aprilia, il comune annuncia una riduzione dell’importo della Tari per le utenze domestiche e non

In risposta alle sfide economiche attuali, l’amministrazione comunale di Aprilia ha deciso di introdurre una riduzione della Tari (tassa sui rifiuti), annunciando un calo medio del 4% per le utenze domestiche e del 6,87% per quelle non domestiche. Questa decisione è stata presa durante la commissione finanze di questa mattina, dove sono stati discussi anche il nuovo regolamento Tari, la carta della qualità del servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani e il piano finanziario per il 2024-2025.

Dettagli delle Riduzioni

L’assessore alle finanze, Gemma Stampatore, ha presentato i dati delle nuove tariffe che mostrano una riduzione significativa per vari settori commerciali. Gli uffici vedranno una diminuzione da 8,82 euro/mq a 8,23 euro/mq, gli studi professionali da 7,26 euro/mq a 6,75 euro/mq, i laboratori artigianali da 6,25 euro/mq a 5,83 euro/mq, i ristoranti da 20,53 euro/mq a 19,16 euro/mq e i bar da 15,47 euro/mq a 14,44 euro/mq. Anche le famiglie beneficeranno di queste riduzioni, con un focus particolare su anziani e situazioni di fragilità.

Motivazioni e Impatti delle Riduzioni

La riduzione delle tariffe è possibile grazie all’aumento della base imponibile, ottenuto combattendo l’evasione fiscale e integrando all’anagrafe utenti precedentemente non registrati. Questa strategia, riassunta nella formula “pagare tutti per pagare meno”, mira a distribuire più equamente il carico fiscale, alleviando la pressione su famiglie e imprese. Nonostante le difficoltà finanziarie, l’amministrazione si impegna a non gravare ulteriormente sui cittadini.

Dichiarazioni Istituzionali

Il sindaco Lanfranco Principi ha espresso soddisfazione per le nuove tariffe, riconoscendo che diminuiranno l’impatto della Tari sulla vita quotidiana e sull’attività economica locale. Ha inoltre ribadito l’impegno dell’amministrazione a mantenere le promesse fatte in seguito all’accordo transattivo legato alla sentenza del parco Falcone e Borsellino, enfatizzando l’obiettivo di non aggravare la situazione economica dei cittadini.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img