domenica 17 Ottobre 2021

Aprilia, i siti inquinati e le risposte rimandate alla campagna elettorale

Non manca molto alle prossime elezioni amministrative ad Aprilia, e neppure alle Regionali e alle Politiche a dirla tutta. E c’è da scommettere che uno dei temi principali della campagna elettorale sarà sicuramente la bonifica dei luoghi inquinati dai rifiuti tossici scaricati abusivamente. Non c’è solo la cava di pozzolana al centro dell’inchiesta “Dark Side”, per giorni sulle cronache locali e anche nazionali. C’è anche il sito in località La Gogna, dove la società Paguro che fa capo a Rida Ambiente voleva realizzare la discarica complementare all’impianto TMB. Si tratta di un punto altamente inquinato, ma Paguro si era fatta carico di bonificarlo prima di realizzare una discarica di ultima generazione. I fatti sono noti: la Regione Lazio non ha dato le necessarie autorizzazioni, la discarica non si farà, e neppure la bonifica.

La politica è chiamata a trovare soluzioni, le rilancerà sicuramente da qui ai prossimi mesi che mancano alle elezioni, ma senza decisioni definitive i terreni rimangono inquinati e a contaminarsi sono anche l’acqua e l’aria.

CORRELATI

spot_img
spot_img