Rapina aggravata e porto illegale di arma da fuoco.

Per questi reati sono “scattate” di nuovo le manette per un uomo di 54 anni, ritenuto responsabile, al termine di una serrata attività investigativa condotta dai militari operanti, della rapina commessa ad Aprilia, il 21 febbraio 2020, ai danni dell’ufficio postale di Largo Marconi.

I carabinieri, infatti, hanno notificato il provvedimento nel carcere di latina in esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina.

L’uomo era stato arrestato il 28 febbraio 2020 dai militari operanti poiché nel corso di una perquisizione domiciliare era stato trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 9×21, completa di 15 cartucce, rubata durante un furto in abitazione nel 2016 e del medesimo abbigliamento indossato nel corso della rapina.