lunedì 17 Giugno 2024
spot_img

Approvate le linee di mandato, Latina nel Cuore: “Voto contrario per coerenza, ma pronti a dare il nostro contributo”

Il consiglio comunale di Latina ha approvato ieri le linee di mandato 2021-2026, presentate dal sindaco Damiano Coletta nella seduta di lunedì scorso.

Dopo oltre sette ore di intenso dibattito e le dichiarazioni di voto dei capigruppo, alle 18 il presidente del consiglio comunale Raimondo Tiero ha aperto le votazioni che ha visto a favore 17 consiglieri, 8 astenuti e 8 contro.

“Il nostro voto contrario alle linee programmatiche è una scelta di coerenza – ha spiegato poi il gruppo Latina nel Cuore -. Coerenza con il voto espresso dagli elettori che hanno creduto in noi come alternativa a Coletta, coerenza con il programma proposto agli elettori che prevede un grosso lavoro di pianificazione del territorio senza il quale non può partire il rilancio della città. Dopo oltre 60 giorni di tentativi e continui cambi di direzione da parte del Sindaco non potevamo prestare il fianco alla continua confusione dei ruoli tra chi deve amministrare la città (Sindaco e Giunta) e chi è chiamato a dare indirizzo politico e controllo degli atti amministrativi. La confusione crea alibi a chi non sa fare o peggio ancora fa cose diverse da quello che dice”.

“Abbiamo detto no alle linee di mandato del Sindaco, ma allo stesso tempo ci siamo resi disponibili a dare il nostro contributo di idee quando sarà il momento di affrontare i temi cruciali per lo sviluppo della città che deve passare, dopo 50 anni dall’ultimo PRG, attraverso un nuovo piano di programmazione della Città e del territorio, per un idea di futuro della città” assicurano i consiglieri Vincenzo Zaccheo, Dino Iavarone, Renzo Scalco e Mario Faticoni.

Per il consigliere Francesco Pannone di Riguarda Latina si tratta invece di un atto di irresponsabilità: “pur avendone diritto, nessuno ha presentato mozioni ai punti delle linee di mandato. La questione della giunta è solo una scusa.”

Nel prendere la parola, nel corso del dibattito, Pannone ha ribadito alcuni temi centrali del programma politico di Riguarda Latina, inseriti all’interno delle linee di mandato: “Credo che i grandi problemi della democrazia di questi anni passino soprattutto per la mancanza di forme concrete di partecipazione, strumenti fondamentali per una democrazia solida e sana. Il compito di fornire questi strumenti alla cittadinanza spetta soprattutto alle istituzioni come i Comuni, che sono più vicine ai cittadini nell’affrontare i problemi della quotidianità e il diffuso disagio sociale. Noi abbiamo il compito e il dovere di credere e costruire un avvenire migliore” ha detto Pennone nel suo intervento.

Katiuscia Laneri
Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img