lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img

Appalti pubblici, la Provincia di Latina sottoscrive un Protocollo per la sicurezza

E’ realtà il Protocollo d’intesa per la regolarità e la sicurezza del lavoro nel settore degli appalti pubblici della provincia di Latina che è stato firmato nella sala Cambellotti dell’Ente di via Costa. A sottoscriverlo il presidente della Provincia Gerardo Stefanelli, il presidente dell’Associazione costruttori edili Pierantonio Palluzzi e i rappresentanti dei sindacati di categoria: Massimo Purificato per Feneal Uil, Paolo Masciarelli per Filca Cisl e Alessio Faustini per Fillea Cgil Latina-Frosinone.
Il protocollo è assolutamente innovativo perché obbliga le ditte che si aggiudicano i lavori commissionati dalla Provincia per un importo superiore ai 150mila euro ad introdurre il ‘badge’ di cantiere per gli operai con l’obiettivo di contrastare il lavoro sommerso e irregolare; garantire la parità di trattamento degli operai e soprattutto sconfiggere la concorrenza sleale tra ditte. L’atto prevede infatti che, al fine di contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e irregolare la stazione appaltante provvederà, in occasione dell’emissione degli stati di avanzamento lavori e al termine degli stessi, alla verifica, con riguardo alla manodopera impiegata dall’impresa nel cantiere interessato dai lavori, della regolarità contributiva, previdenziale ed assistenziale, ivi compreso l’avvenuto versamento dei contributi alla Cassa Edile. E’ anche previsto che la stazione appaltante possa richiedere alla Cassa Edile, in occasione dell’emissione degli stati di avanzamento lavori, l’attestazione di congruità per cantiere, dimostrabile anche dall’applicazione da parte dell’impresa del badge di cantiere in Cassa Edile Latina. Qualora la verifica di cui ai primi tre commi dovesse evidenziare l’esistenza di irregolarità, alcuna somma sarà corrisposta all’impresa aggiudicataria o esecutrice fino a quando l’irregolarità riscontrata non sia stata eliminata.
“Questo è un modello di buone pratiche – ha detto il presidente Stefanelli – è verrà inserito in tutte le gare dell’ente: siamo la prima Provincia in Italia ad adottare un protocollo di questo genere e nei prossimi mesi cercheremo di coinvolgere tutte le amministrazioni comunali e le stazioni appaltanti del territorio pontino per far diventare il rispetto delle regole patrimonio comune. L’intesa contiene norme stringenti e
immediatamente applicabili che porteranno risultati concreti da subito. Si tratta di un esempio – conclude il presidente – di come l’amministrazione pubblica può utilizzare leve per spingere le imprese a  rispettare le regole”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img