presepe di sabbia Terracina
Il presepe di sabbia di Terracina

Ancora atti di vandalismo ieri sera a Terracina. Per la seconda volta l’inciviltà non si è fermata davanti a un simbolo sacro. Sono state decapitate le statue del presepe di sabbia, allestito sul piazzale della spiaggia di Levante.

A documentare il tutto un cittadino con un video su Facebook. Un gesto senza spiegazione che continua a indignare la comunità.

Il primo episodio si sarebbe verificato quando l’opera doveva essere conclusa. Ignoti sono già entrati nel tendone dove erano in corso i lavori, distruggendo le sculture realizzate da un gruppo di artisti internazionali dell’Accademia della sabbia.

“Hanno messo a soqquadro ogni cosa – affermava incredula l’assessore al turismo, Barbara Cerilli – Hanno preso di mira il bue, i re magi e anche il capitello romano. Abbiamo perciò predisposto un servizio di vigilanza per le ore notturne”.

Ma evidentemente, concluse le festività, è venuta meno la sorveglianza e i vandali ne hanno approfittato per tornare in azione.

Il presepe di sabbia rientra tra le iniziative promosse dal comune di Terracina per il Natale 2018, nell’ambito del progetto Blue Christmas.