Si inasprisce la polemica tra il presidente del consiglio comunale di Minturno, Giuseppe Tomao, ed il movimento di opposizione Minturno Libera.

In un lungo comunicato, gli esponenti della civica replicano alle dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente (articolo che trovate a questo link).

In sostanza, Minturno Libera ha ritenuto insufficiente la spiegazione del professor Tomao. Secondo loro, ha intascato l’indennità da amministratore nonostante fosse un dipendente pubblico. Cosa che per legge non è possibile.

Infatti, si legge nel comunicato, che il nocciolo della questione è che: “La legge prevede che chi è lavoratore dipendente NON ha diritto all’indennità piena. Nel caso di specie il Prof. Tomao mentre era dipendente della Amministrazione provinciale di Latina, non in aspettativa, percepiva dal Comune di Minturno l’indennità piena”.

Sempre nel comunicato si specifica come il movimento non ce l’abbia personalmente con Tomao: “E’ una questione politica, e non personale, volta a verificare se nelle casse comunali vi sia stato un ammanco di denaro pubblico”.

In definitiva, quindi, la questione non è affatto conclusa. Così come la campagna elettorale.