Solito report giornaliero, in arrivo dall’assessorato alla salute della regione Lazio, e che riguarda non solo i numeri giornalieri della pandemia nella regione, ma anche comunicazioni e info che l’assessore D’Amato diffonde sul come si sta cercando di arginare il coronavirus.

“Su circa 8 mila tamponi oggi nel Lazio – dice l’assessore – si registrano 211 casi e tre i decessi, di questi 73 casi sono a Roma.

Abbiamo dato mandato alle Asl di procedere con gli screening negli istituti del loro territorio dando la priorità a quegli istituti dove si siano registrati dei casi di positività.

Rimodulata la rete ospedaliera per un totale di 1.127 posti letto dei quali 866 di ricovero ordinario e 261 di terapia intensiva e semi-intensiva. Siglato l’accordo con Anisap, Aiop, Unindustria e Federlazio per l’esecuzione dei test antigenici basati sull’identificazione degli antigeni del virus Sars CoV-2 alle strutture private alla tariffa massima al pubblico di 22 euro con l’impegno di pubblicarla sul sito Salute Lazio. Un accordo importante che consentirà di ampliare l’attività di testing ad una tariffa calmierata e nella massima trasparenza. Stimiamo che l’accordo coinvolga la medesima platea dei laboratori che eseguono già i test sierologici ovvero circa 200.

Sul vaccino antinfluenzale sono in consegna alle Asl un milione di dosi.

Nelle province si registrano 50 casi e un decesso nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono ventiquattro i casi e si tratta di due casi di rientro dalla Lombardia, due dal Trentino e sedici sono i contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl di Frosinone si registrano tredici casi e sono contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl di Rieti si registrano dieci casi e si tratta di sei contatti di casi già noti e isolati e due casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione.

Nella Asl di Viterbo si registrano tre casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. Si registra un decesso.

Nella Asl Roma 1 sono 29 i casi nelle ultime 24h e di questi sono quindici i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato e quattro casi con link ad un cluster noto dove è in corso l’indagine epidemiologica.

Nella Asl Roma 2 sono 40 casi nelle ultime 24h e tra questi sette sono i contatti di casi già noti e isolati, cinque individuati su segnalazione del medico di medicina generale.

Nella Asl Roma 3 sono 4 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un contatto di un caso già noto e isolato.

Nella Asl Roma 4 sono 6 i casi nelle ultime 24h e si tratta di cinque contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato dal medico di medicina generale.

Nella Asl Roma 5 sono 26 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattrodici contatti di casi già noti e isolati, un caso individuato al test sierologico e uno in fase di pre-ospedalizzazione.

Nella Asl Roma 6 sono 56 i casi nelle ultime 24h e si tratta di nove contatti di casi già noti e isolati e trentanove casi con link al focolaio in casa di riposo Villa Maria di Rocca di Papa, individuato grazie ad una attività di verifica a campione predisposta dalla Asl. E’ necessario che vengano meticolosamente rispettate tutte le procedure e i protocolli operativi per l’accesso in RSA e case di riposo.