danni agricoltura

Il ritorno dei temporali e del rischio grandine allarma Coldiretti. E Latina non è esente. Anzi, rileva l’associazione di coltivatori diretti: “Si contano già i danni sulle serre colpite da forte vento in provincia di Latina”. Lo scorso weekend e lunedì sono stati caratterizzati da tanto vento che ha nuovamente colpito il territorio pontino e le sue coltivazioni.

E adesso a fare paura è la grandine. “La grandine è uno degli eventi più temuti dagli agricoltori in questo momento perché si abbatte sulle verdure e sui frutteti in fiore risvegliati in anticipo per effetto di una finta primavera con temperature anomale per la stagione”, affermano da Coldiretti. 

 “I chicchi cadendo – spiega la Coldiretti – spogliano le piante in fiore compromettendo la produzione successiva. Si contano già i danni della tempesta di ghiaccio che si è abbattuta in Romagna sugli albicocchi in avanzata fioritura, ma anche quelli sulle serre colpite da forte vento in provincia di Latina ma le previsioni preoccupano anche le aree frutticole dell’Emilia Romagna, del Veneto e delle Marche”. 

Per Coldiretti, in un inverno in cui è piovuto il 50% in meno, le precipitazioni fanno sicuramente bene, ma “Rischiano di provocare danni poiché i terreni non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento”.