Professoressa Federica Ricci del Corso sui principi contabili internazionali

Proseguono a pieno ritmo le lezioni nella Facoltà di Economia del Polo pontino dell’Università La Sapienza.

Gli studenti, per l’anno accademico 2019 – 2020, si sono trovati di fronte a novità importanti che riguardano l’ampliamento dei servizi ed un ulteriore innalzamento degli standard qualitativi e quantitativi sotto i profilo della formazione.

Tra i corsi su cui ruota la laurea magistrale in Economia, management e diritto d’impresa c’è quello sui principi contabili internazionali.

“Si tratta di un corso fondamentale per gli studenti perchè riguarda l’informativa esterna all’impresa delle società quotate in borsa che – spiega la professoressa Federica Ricci – devono redigere il bilancio secondo i dettami del paradigma IRS”.

Il corso propone una panoramica aggiornata dei principi contabili internazionali, con particolare riferimento alle questioni interpretative di maggiore problematicità, alle revisioni dei principi esistenti, in relazione a quelle di nuova introduzione.

“E’ un corso rilevante per una molteplicità di aspetti. In primo luogo perchè leggere e comprendere un bilancio di esercizio per un laureato in Economia è fondamentale in quanto – continua la Ricci – le aziende condizionano la nostra vita a tutto tondo sia nella prospettiva della clientela che degli investitori e degli fornitori che, ovviamente dell’intero sistema“.

Al polo pontino dell’Università La Sapienza di Latina a fare la differenza è anche il rapporto one to one che gli studenti possono instaurare con i docenti avendo la possibilità di approfondire le materie ma anche di percepire, direttamente, l’importanza delle materie affrontate.

Il tutto in una continuità costante tra università e mondo del lavoro.

“Questo corso ha l’obiettivo di erogare agli studenti le competenze necessarie per lavorare  in uno studio professionale che in una società di visione che per poter avviare, un domani, un’attività di auto imprenditorialità. Quello che mi pongo all’inizio di ogni corso, soprattutto in questo splendido territorio, è quello di trasmettere agli studenti le conoscenze scientifiche ma, in modo ancor più privilegiato, trasmettere loro – conclude la Ricci – l’amore per queste materie e soprattutto il metodo fondamentale in questa fase della loro vita e in prospettiva per i professionisti che sono certa diventeranno”.