Da novembre 2019 a dicembre 2020, verranno effettuate una serie di visite mediche gratuite finalizzate alla promozione della cultura della prevenzione, in parte promosse interamente dal Comune, in parte svolte in collaborazione con le istituzioni e con medici e associazioni di volontariato.

Questo il programma messo in campo a Sabaudia grazie al protocollo di intesa siglato con Asl Latina, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Latina e con il Parco Nazionale del Circeo.

“Il nostro obiettivo, in linea con il programma elettorale di cittadini per Sabaudia, è quello di una città – interviene il sindaco Giada Gervasi – con un progetto di salute rivolto a tutta la cittadinanza, secondo programmi razionali basati sui bisogni di giovani, adulti, anziani, donne e disabili”.

Il primo appuntamento, promosso dal Comune, è fissato per il 22 e 29 novembre.

Antonio Coluzzi, medico chirurgo specialista in Ortopedia e Traumatologia di PBS – Percutaneous Bianchi System, sottoporrà i pazienti ad una visita medica e ad esame baropodometrico per valutare postura ed eventuali patologie legate al piede, con particolare riferimento ad alluce valgo e dito a scatto.

Le visite verranno effettuate dalle 14 alle 18, presso i locali di via Conte Verde messi a disposizione dalla Asl, previa prenotazione al numero 0773-514223 dalle 9 alle 12.

Dicembre, invece, sarà il mese dedicato all’udito, con le visite mediche effettuate da Giovanna Volpicelli dello Studio Audiologico Il Tuo Udito, anche questo interamente promosso dall’Amministrazione comunale.

A breve tutti i dettagli per la prenotazione.

Nei prossimi mesi si affronteranno screening su: patologie del cavo orale, diabete, melanoma e malattie della pelle, patologie cardiovascolari, del collo, legate a carotide, aorta, tiroide, osteoporosi, cadute e stili di vita. 

“Il programma di screening intende promuovere la consapevolezza di come – spiegano Daniela Iozzino e Luca Danesin, rispettivamente delegato del sindaco per gli screening e delegato comunale alla sanità – la prevenzione favorisca la diagnosi precoce di malattie in fase asintomatica, consentendo l’eventuale intervento terapeutico atto a interromperne o rallentarne il decorso”.