di Redazione -A fine settembre l’avvio della class action da parte dei Coldiretti per far valere le ragioni dei piccoli imprenditori vincitori dei bandi della Regione Lazio che ancora non avevano visto un euro dei fondi europei, adesso arriva la risposta della Pisana che ha cominciato a saldare i pagamenti.

Pagamenti bloccati a causa di un contenzioso tra l’ente regionale e la Commissione europea che aveva di molto ritardato il saldo dei fondi ai vincitori dei bandi. Una vittoria per il direttore di Coldiretti Latina e Frosinone Saverio Viola che apprezza il lavoro svolto dall’assessore Sonia Ricci però sottolinea che l’associazione “per questa vicenda non può non mantenere alta l’asticella in termini di attenzione, sensibilizzazione e pungolo affinché siano pienamente tutelati i diritti di tutti quei giovani imprenditori agricoli che ogni giorno contribuiscono al successo di un modello agricolo e di sviluppo come quello della Tuscia e del Lazio”.

Un buon risultato ma non ancora del tutto sufficiente secondo i presidenti di Coldiretti Carlo Crocetti (Latina) e Vinicio Savone (Frosinone) che ricordano come su 276 giovani imprenditori aventi diritto solo 121 avranno il contributo stanziato dalla Regione. “Lo sforzo – concludono – deve continuare nella ricerca delle risorse mancanti per soddisfare quei giovani imprenditori agricoli rimasti esclusi pur in possesso di un regolare decreto di concessione”.