sabato 3 Dicembre 2022

Pontinia, reclama la parte restante dello stipendio ma viene pestato dal datore di lavoro

Una terribile storia quella che è possibile leggere nella denuncia, presentata ai carabinieri, da un giovane bracciante indiano di Pontinia. Ha raccontato di essere stato picchiato con violenza, con un bastone e poi colpito con alcune coltellate sulle braccia e inseguito mentre fuggiva.

L’episodio proprio questa mattina presso un caseificio di Pontinia dove l’indiano, 24enne, lavora come addetto alla stalla. A fine turno ha deciso di andare a parlare col proprietario per reclamare il resto dello stipendio del mese che ancora non aveva riscosso. Il figlio del proprietario non l’ha presa bene e per tutta risposta lo ha aggredito fisicamente colpendolo ripetutamente con un bastone ed un coltello.

Una furia, stando sempre al racconto della vittima, che è proseguita anche dopo, quando il malcapitato ha provato a fuggire. A questo punto, padre e figlio lo hanno inseguito, continuando a minacciarlo. I soccorsi sono arrivati da alcuni passanti che, pensando ad un incidente stradale, hanno chiamato 118 e carabinieri. Medicato al pronto soccorso dell’ospedale di Terracina, ha presentato regolare denuncia presso la caserma dei carabinieri che ora devono indagare per accertare quanto successo.

CORRELATI

spot_img
spot_img