domenica 27 Novembre 2022

Giovani aggrediti a pugni sul litorale pontino: i genitori cercano testimoni

Un’aggressione, subita da due giovanissimi, che resta ancora senza colpevoli.

L’episodio è capitato lo scorso 21 luglio sul lungomare di Gianola, tra Lido Sirene e il Lido Mokambo, a Formia. Due minorenni di Minturno sono stati fatti oggetto di aggressione da parte di alcuni uomini, tutti adulti (tra 40 e 50 anni stando alla testimonianza dei ragazzi):  due con capelli corti quasi rasati e gli altri con capelli normali e barba incolta.

Sono le famiglie dei due ragazzi, entrambi 16enni, che cercano testimoni che possa no aiutare a far luce sulla vicenda.

La denuncia è stata presentata presso il comando carabinieri di Formia. Nel documento viene riportato come i ragazzi stessero conversando con alcuni coetanei e, nel momento in cui stavano allontanandosi con lo scooter, sono stati avvicinati di quattro persone che si sono rivolte a loro in modo minaccioso. A questo punto uno dei ragazzi sarebbe stato afferrato per un braccio e quindi colpito con un pugno in un occhio. L’aggressione ha fatto cadere il giovane a terra con tutto il mezzo che guidava.

A questo punto alcuni dei presenti si sono avvicinati per soccorrerlo ed il gruppo di aggressori si è rivoltato contro l’altro minorenne. L’aggredito è riuscito a tornare a casa ed i genitori lo hanno subito portato al pronto soccorso. Quindi il trasporto d’urgenza al Goretti di Latina dove è stato operato.

Se qualcuno avesse notizie utili per l’individuazione degli aggressori, può rivolgersi direttamente ai carabinieri della stazione di Formia.

CORRELATI

spot_img
spot_img