treno

Sul treno senza biglietto viene scoperto dalla polizia e aggredisce gli agenti.

I fatti si sono verificati ieri sul treno regionale provenienteda Roma.

Il giovane, di 18 anni, di origine egiziana, era seduto davanti alla cabina di guida.

Quando è stato ripreso dal personale ferroviario che ha sottolineato che non poteva stare in quella posizione per questioni di sicurezza il ragazzo ha reagito con violenza.

L’atteggiamento del giovane non è passato inosservato a due agenti della polizia ferroviaria del compartimento per il Lazio che, liberi dal servizio e in viaggio verso casa dalla stazione Termini, sono prontamente intervenuti.

Il ragazzo è stato fatto scendere dal treno alla stazione di Latina.

Una volta sceso, nel tentativo di sottrarsi al controllo, il 18enne ha aggredito violentemente il personale della polizia ferroviaria tanto che i due poliziotti hanno riportato alcune lesioni curate poi in ospedale.

L’aggressione subita ha quindi reso necessario da parte della coppia di agenti la richiesta di supporto ad altre forze di polizia.

Nella stazione, infatti, è intervenuta un’autoradio dei carabinieri che ha coadiuvato il personale della polizia ferroviaria nel trasporto del giovane presso la questura di Latina, dove è stato arrestato.

Il ragazzo è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.