martedì 31 Gennaio 2023

Adolescenti in palestra, di che tipo di allenamento hanno bisogno?

di Aramis Purificato – Quante volte abbiamo notato adolescenti spaesati e svogliati vagare per le sale pesi di un centro fitness? Gli adolescenti si trovano in un periodo della vita in cui sono impegnati ad affrontare una serie di cambiamenti che interessano lo sviluppo fisiologico, morfologico e sessuale, lo sviluppo cognitivo ed infine lo sviluppo sociale, per questo hanno esigenze particolari.

L’adolescente è pronto per affrontare un periodo particolarmente favorevole all’apprendimento motorio in quanto sia le capacità condizionali (forza, resistenza e velocità) sia quelle coordinative (Capacità di accoppiamento e combinazione dei movimenti, Capacità di coordinazione oculo-muscolare, Capacità di differenziazione, Capacità di equilibrio, Capacità di orientamento, Capacità di ritmo, Capacità di reazione, Capacità di trasformazione) stanno raggiungendo il loro massimo sviluppo.

Questo periodo è inoltre caratterizzato dall’equilibrio peso-statura, dall’aumento della ventilazione polmonare, della meccanica respiratoria, dallo sviluppo apparato cardiocircolatorio e da un ottimo grado di coordinazione motoria.

Gli allenamenti che si dovranno proporre ai ragazzi dovranno essere perciò vari ed andare a stimolare il più possibile tutte le capacità condizionali e coordinative. L’importanza di un allenamento multilaterale è fondamentale per evitare specializzazioni precoci che spesso si vedono attuare. Gesti motori sbagliati possono creare nel ragazzo squilibri muscolari, gesti ripetitivi, infatti, limitano la formazione di schemi motori e l’eventuale ipersviluppo di alcune parti del corpo a scapito di altre può creare squilibri importanti (è proprio quest’ultimo aspetto l’errore che spesso si vede nelle sale pesi, cioè la tendenza a far ipertrofizzare alcune parti del corpo per il solo gusto estetico o per imitazione).

Una volta deciso se utilizzare le macchine o i pesi bisogna scegliere in che modo farle utilizzare, a circuito o con serie ripetizioni e tempi di recupero. Il numero delle ripetizioni, che inizialmente deve essere alto (14/16) per dar vita e consolidare nuovi schemi motori, potrà in seguito calare con conseguente aumento del carico. Ovviamente, però, molte volte queste metodologie possono apparire per l’adolescente spaesato noiose e inutili, questo perché gli allenamenti che utilizzano serie e ripetizioni sono più impegnativi sotto il profilo fisico e psichico; come tali sono quindi adatti a soggetti più evoluti e maturi.

Un esempio invece di allenamento più stimolante per un adolescente in sala pesi è il Circuito, che crea questa multilateralità degli stimoli, la possibilità, cioè, di stimolare tutti i gruppi muscolari con macchine, pesi, ma soprattutto con esercizi a corpo libero ( come semplici squat a corpo libero, piegamenti sulle braccia ecc) e con eventuali stazioni aerobiche (tapis roulant. ellittica, step ecc) fra quelle di tonificazione. Il circuito è più divertente, quindi più accettato da un soggetto giovane che non ha come esigenza la specializzazione immediata.

CORRELATI

spot_img
spot_img