Ennio Borgia
Ennio Borgia

E’ morto questa mattina, in un ospedale a Roma stroncato da un infarto, Ennio Borgia.

Ad annunciare la triste scomparsa dell’ultimo sopravvissuto alla prigionia nazista, l’associazione di Aprilia “Un ricordo per la pace”.

Nato il 10 giugno del 1929, Borgia si era trasferito nel comune pontino negli anni ’60. Orfano di madre, nel febbraio del 1944  volle ricongiungersi al fratello Edelberto, aviere nella Repubblica Sociale presso l’aeroporto di Venaria Reale. Giunto a Torino, si trovò nel mezzo di uno scontro e cercò disperatamente una via di fuga. Per circa due mesi divenne membro di un gruppo di partigiani.

A Sagrado, in un rastrellamento effettuato dalle SS, venne arrestato e imprigionato dapprima nella Risiera di San Sabba a Trieste e poi deportato nell’aprile del 1944 nel lager di Dachau. Fu liberato dagli americani il 29 aprile del 1945.

“Mai più ti rivedremo con noi, caro Ennio – ha scritto commossa Elisa Bonacini, presidente di ‘Un ricordo per la pace’ – Se ne vanno tutti i testimoni dell’orrore perpetuato nei campi di concentramento. È adesso che la nostra voce di condanna si deve ergere per non perdere la memoria. Addio Ennio! Non ti dimenticheremo, mai. Un abbraccio forte alla figlia Adna e alla moglie Speranza”.