domenica 17 Ottobre 2021

Addio a Laura Antonelli, volto e corpo di un’Italia che cambiava

di Francesco Miscioscia – Il cinema italiano piange Laura Antonelli, volto, e non solo, della commedia italiana degli anni ’70, il genere che ha rispecchiato un profondo cambiamento sociale nel Paese. L’Italia viveva il fermento della rivoluzione dei diritti civili, avutasi nel decennio precedente. Un nuovo modo di pensare che riguardava anche l’erotismo, elemento che in quegli anni invase le pellicole e di cui proprio Laura Antonelli è stata una delle muse preferite dal grande pubblico.

La sua carriera cinematografica è caratterizzata da molti ruoli e collaborazioni illustri, da Dino Risi a Luchino Visconti. Il grande pubblico, però, la ricorda soprattutto per la vestaglia e la scala sulla locandina di Malizia.

La carriera dell’attrice è stata però caratterizzata da mille vicende giudiziarie, che ne hanno minato la serenità, conducendola fino alla depressione. Quelle dosi di cocaina trovate nel suo appartamento, il processo, l’assoluzione dopo nove anni, sono stati fardelli duri da reggere. Un’infanzia difficile. Figlia di estradati slavi, Laura ha girovagato per l’Italia, da Venezia a Napoli, prima di arrivare al successo… Continua a leggere su Marketicando 

CORRELATI

spot_img
spot_img