domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Acqualatina, Statuto modificato: disposto l’avviso pubblico per la scelta del CdA

di Massimo Guida – Si è riunita oggi l’assemblea dei soci di Acqualatina che doveva decidere le modifiche allo Statuto. Senza i sindaci di Terracina e Latina, fatti cadere a seguito dei dissidi per la nomina del nuovo CdA, i presenti hanno approvato le modifiche che prevedono una diversa selezione dei membri del consiglio di amministrazione.

All’esterno della sede Nicola Procaccini e Giovanni Di Giorgi tenevano una manifestazione insieme alla leader nazionale di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, attribuendo le loro cadute proprio alla gestione del potere e di interessi connessi ad Acqualatina.

Alla fine dell’assemblea si è detta soddisfatta Eleonora Della Penna, presente in qualità di Sindaco di Cisterna: “Statuto modificato all’unanimità: Acqualatina più trasparente e per questo deve tornare un confronto più costruttivo tra i sindaci che rappresentano gli interessi dei loro cittadini. Saremo protagonisti di questo percorso che sarà finalmente ampiamente condiviso anche per la redazione del disciplinare che porterà alla scelta del nuovo cda della società”, così Della Penna su Facebook.

Utilizza i social media anche Salvatore La Penna, segretario provinciale del PD, che non risparmia critiche alla manifestazione esterna di Fratelli d’Itaia: “L’assemblea dei soci di Acqualatina dà seguito alle deliberazioni assunte nell’ultima assemblea e a larghissima maggioranza approva le modifiche dello Statuto proposte dal PD. Nei prossimi giorni si farà un avviso pubblico con criteri di selezione trasparenti e meritocratici dei membri del consiglio d’amministrazione di parte pubblica. Mentre al piano terra va in onda la sceneggiata di Fratelli d’Italia, il PD va avanti verso il futuro rinnovando i modi di agire della politica nella forma e nella sostanza. Le polemiche le lasciamo ai nostalgici delle lottizzazioni senza merito.”

Ha abbandonato l’assemblea in disaccordo con le decisioni che si stavano prendendo Maurizio Lucci, sindaco di Sabaudia. Per il primo cittadino la scelta dell’assemblea non è affatto sinonimo di trasparenza.

Le modifiche apportate prevedono l’abolizione delle liste con i nomi dei membri del CdA. Viene previsto un capitolato che indichi i criteri per la selezione dei curricula, selezione che sarà pubblica. Questa modifica andrà approvata anche dalla conferenza dei sindaci dell’Ato4. Le critiche  di FdI a questi cambiamenti riguardano la procedura seguita. Per modificare lo Statuto è necessario che i sindaci presenti abbiano avuto il via libera dai rispettivi consigli comunali. Cosa che non si è verificata.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img