Acqualatina

Un coro unanime, ieri, di oltre mille studenti delle scuole di Amaseno, Giuliano di Roma e Villa Santo Stefano che ha detto “no!” alle plastiche monouso, e hanno espresso il proprio impegno nella direzione della tutela ambientale.

In collaborazione con Acqualatina, ha preso vita un evento emozionante ed educativo sul rispetto dell’ambiente, il risparmio idrico e l’abbattimento delle plastiche monouso come le bottiglie delle acque minerali.

Un percorso educativo che parte da lontano, quello di queste scuole virtuose, con progetti grafici, poesie, spettacoli musicali e, soprattutto, il buon esempio.

Nel corso dell’evento, infatti, gli studenti hanno mostrato le loro opere e ricordato agli adulti presenti le buone norme per rispettare il nostro pianeta e preservare le sue preziose risorse.

Al termine degli incontri, sono state distribuite le borracce plastic free, che da quest’anno il gestore sta portando in tutte le scuole, novità assoluta del decennale progetto “A lezione d’acqua”. Un gesto che si inserisce nel percorso educativo, arricchendolo e supportandolo a tutti i livelli.

“Ringrazio tutti voi per quello che state facendo e per questa giornata – ha affermato l’amministratore delegato di Acqualatina, Marco Lombardi – Siamo una società pubblica e, in quanto tale, pone tra i suoi obiettivi anche la diffusione di una cultura improntata sulla tutela ambientale e sul risparmio idrico. Un impegno che coinvolge principalmente le scuole e i giovani studenti, che rappresentano il futuro del nostro pianeta. Per fare la nostra parte, abbiamo realizzato queste borracce plastic free: uno strumento di uso quotidiano, ma anche un simbolo della rinuncia alle plastiche monouso. Ogni giorno uno studente consuma almeno una bottiglia di plastica, usando le borracce, dunque, ognuno potrebbe risparmiare circa 200 bottiglie, nel corso dell’anno scolastico”.

A congratularsi con il gestore, anche i sindaci.

“Questa iniziativa rafforza ancor di più la sinergia tecnico-istituzionale tra Acqualatina e il Comune, e al contempo fornisce un servizio di alto valore per il territorio – ha affermato il sindaco di Giuliano di Roma, Adriano Lampazzi – I giovani, in quanto detentori del futuro del nostro pianeta, hanno l’arduo compito di tutelare l’ambiente e rimediare alle mancanze delle generazioni precedenti, ecco perché iniziative come questa diventano sempre più imprescindibili. Ringrazio gli insegnanti per il loro impegno e per i percorsi portati avanti in tutto l’anno scolastico”.

Una soddisfazione confermata anche dal sindaco di Amaseno, Antonio Como, dall’assessore all’ambiente, Luigi Mastrogiacomo, e dal consigliere delegato alle politiche scolastiche, Alessandro Felici, che hanno preso parte all’evento.

“Con questa significativa iniziativa, l’amministrazione comunale e la scuola di Villa Santo Stefano hanno voluto sensibilizzare i piccoli cittadini del nostro Comune al tema dell’ecologia e del rispetto ambientale – Ha aggiunto il sindaco di Villa Santo Stefano, Giovanni Iorio – Sono temi che noi tutti abbiamo molto a cuore, per questo motivo abbiamo accolto con entusiasmo il progetto di Acqualatina e ci adopereremo per ulteriori future collaborazioni”.

La dirigente dell’Istituto comprensivo di Amaseno, Marianeve Rossi, ha concluso ringraziando i presenti a nome di tutte le scuole.