giovedì 2 Dicembre 2021

Acqualatina, anche a Terracina traballa la maggioranza: Forza Italia cerca firme per sfiduciare Procaccini

di Redazione – Il caos delle nomine del cda di Acqualatina ricade pesantemente anche sull’amministrazione a Terracina. Anche la maggioranza di Procaccini traballa, visto che Forza Italia sta raccogliendo tra i consiglieri firme da portare al notaio per far cadere il sindaco. Tra Fratelli d’Italia e i forzisti a Terracina non è mai stato tutto “rose e fiori”, e adesso il primo cittadino non esita a definire questa operazione “indegna”: “Colpire la città di Terracina per cancellare il suo voto dal rinnovo delle cariche societarie in Acqualatina, previsto per il 14 maggio (ed escludendola anche dal Consiglio Provinciale), è infatti una motivazione raccapricciante”.

Secondo Procaccini, quindi, Forza Italia vuole far cadere il Comune di Terracina per escluderlo dal voto al cda di Acqualatina tra dieci giorni.

Un comportamento che il primo cittadino definisce il “segno di un degrado politico evidente e di un interesse malsano nelle dinamiche societarie della stessa società partecipata che dovrebbe avere a cuore unicamente l’interesse dei cittadini dell’intera provincia”.

Forza Italia, infatti, non ha preparato una mozione di sfiducia da presentare il Consiglio comunale ma sta raccogliendo firme “in via clandestina” da portare dal notaio

“Mi auguro che tutti i consiglieri sappiamo rispondere con orgoglio e intelligenza a questa operazione priva di qualunque dignità politica – conclude Procaccini -. Ribadendo così una volta per tutte che si possono anche avere idee diverse sul futuro e i problemi della nostra città, ma Terracina non è in vendita”.

CORRELATI

spot_img
spot_img