sabato 28 Gennaio 2023

Acqua torbida a Formia, Paola Villa chiede indennizzo ad Acqualatina

Paola Villa, ex sindaco di Formia attualmente consigliere comunale, chiede ad Acqualatina  di indennizzare gli abitanti per ogni giorno di acqua non potabile.

“Dal 1 gennaio 2021 ad oggi – spiega Villa – ci sono state 62 interruzioni idriche sulla città di Formia, per rotture improvvise, cedimenti di reti, torbidità, tutte ufficializzate dal messaggino SMS targato Acqualatina. Quindi in 306 giorni, 61 interruzioni, circa 1 ogni 5 giorni. Di queste, da aprile 2021 ad oggi, 8 si sono protratte per più di 24 ore”.

“Chiaro che ad Acqualatina della torbidità, delle nostre sorgenti e della loro sicurezza non interessa, almeno fino al 2023, lasciando le briciole dal 2023 in poi. Si propone – continua Villa – al neo sindaco di Formia Gianluca Taddeo di riprendere la strada tracciata precedentemente: in Conferenza dei Sindaci dell’Ato4 mettere all’ordine del giorno la richiesta al gestore privato, Acqualatina, di un ristoro/bonus di indennizzo per i giorni in cui l’acqua non c’è o non è potabile“.

“Inoltre – conclude – è necessario modificare all’interno della Carta dei servizi della convenzione la dicitura da servizio idrico a servizio idropotabile. Le lettere sono state già mandate, basta reiterarle! E stavolta, speriamo, con la forza di tutto il Consiglio Comunale”.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img