acqua da bere, quale
Roberto Tartaglia e Stefano Giulioli

Ha visto la partecipazione di tanti studenti il convegno che si è svolto martedì scorso al teatro Ponchielli dal titolo “Acqua da bere, quale?“, al quale era presente anche Acqualatina.

L’evento è stato organizzato dalla scuola “G. Giuliano” di Latina, capofila del progetto in rete Bpea che, come dice il nome stesso, vuole portare nelle scuole le Buone pratiche di educazione ambientale, come proprio la cultura dell’acqua di rubinetto, volta a limitare l’utilizzo delle bottiglie di plastica, in un’ottica sempre più “plastic free”.

Un evento importante che, oltre alla partecipazione dello staff di Acqualatina, con Roberto Tartaglia e Stefano Giulioli, ha visto interventi della Provincia di Latina, della Asl, del Parco nazionale del Circeo, dell’Azienda per i beni comuni (Abc) di Latina, della dottoressa Mobili e degli studenti e dirigenti scolastici.

I temi della qualità delle acque, della sensibilizzazione all’utilizzo dell’acqua di rubinetto e di tutela delle risorse naturali sono affrontati anche nel progetto dedicato alle scuole “A lezione d’acqua”, e le iniziative istituzionali come la partecipazione ai progetti “plastic free” di Legambiente.

Ogni giorno Acqualatina lavora per prendersi cura dell’acqua che sgorga dai rubinetti, con oltre 3mila campioni analizzati ogni anno dai biologi del gestore, ai quali si aggiungono quelli analizzati dai laboratori Asl.