sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Accordo stato regione per lo Sviluppo e la Coesione; in arrivo anche 100 milioni per la bretella Cisterna Valmontone

Una pioggia di milioni di euro che, dal Governo, arriveranno alla regione Lazio. Stiamo parlandi di oltre 1,2 miliardi che serviranno per la realizzazione di interventi in materia di trasporti, imprese, energia, riqualificazione urbana, ambiente la cultura sul territorio.

Il presidente Rocca ha firmato, quindi, l’accordo per lo Sviluppo e la Coesione tra il Governo italiano e la Regione, insieme alla premier Giorgia Meloni. La firma ieri, dopo la Giunta regionale che ha approvato la delibera relativa all’accordo definendo un cronoprogramma per i tempi di realizzazione degli interventi previsti.

La fetta più consistente di finanziamenti è destinata a trasporti e infrastrutture, a cui andranno 770.734.714 euro. Per la competitività delle imprese andranno 60.750.007,09 euro; per l’energia 19.000.000 euro; per l’ambiente e risorse naturali 70.257.520,04 euro; per la cultura 45.243.594,48 euro; per la riqualificazione urbana 29.742.866,84 euro. Per altri interventi 2.590.400,80.

Nel dettaglio, quasi 510 milioni saranno destinati alla sicurezza infrastrutturale e alla regolarità del servizio delle ferrovie ex concesse Roma-Lido. Di questi interventi beneficeranno però tutte le province, compresa quella pontina con cento milioni destinati alla realizzazione della bretella Cisterna-Valmontone. Altrettanti arriveranno per interventi sulla rete viaria nazionale (55,2 mln) e regionale (44,3) e quasi 54 milioni serviranno all’acquisto di bus per Atac e Cotral. Ancora, 68,2 milioni riguardano interventi di contrasto al dissesto idrogeologico del Lazio. Infine, per quanto riguarda la provincia di Latina, 10 milioni andranno al Mof di Fondi.

“Con la sottoscrizione dell’accordo di Sviluppo e Coesione fra il Governo italiano e la Regione, oltre 1 miliardo e 200 milioni di euro verranno messi a disposizione dei cittadini del Lazio – ha commentato il presidente Rocca – Trasporti, infrastrutture, ambiente, imprese e cultura saranno gli assi portanti di una rigenerazione complessiva e di sistema per un territorio che ha bisogno di tornare a crescere. Ringrazio il ministro Raffaele Fitto e i suoi uffici per la grande sinergia con la quale siamo giunti a questo accordo storico per la nostra Regione. Un ringraziamento particolare al premier Giorgia Meloni per la competenza e la dedizione con cui rappresenta l’interesse nazionale e dei territori. Il Lazio, finalmente, torna protagonista”.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img