sabato 4 Febbraio 2023

A Gaeta l’Asilo Comunale diventa ecosostenibile: in arrivo 632 mila euro di fondi europei

di Redazione – L’Asilo Nido Comunale di Via Amalfi non sarà più lo stesso: diventerà presto ecosostenibile e dotato di tecnologie di ultima generazione per il risparmio energetico. Tutto questo sarà possibile grazie ai 632 mila euro che l’Amministrazione Comunale ha avuto dall’Unione Europea. L’Asilo era stato candidato all’iniziativa “Call for proposal – Energia sostenibile” all’interno del programma “Cresce l’Europa nel Lazio” il cui obiettivo era investire sugli edifici pubblici per migliorare la sostenibilità economica ed ambientale attraverso interventi per l’efficienza energetica e l’incremento dell’uso delle energie rinnovabili.

“È questo un importante risultato raggiunto dalla nostra Amministrazione che, nella ricerca di fondi da investire sul territorio e per il benessere collettivo, non trascura la strada europea”, ha dichiarato il sindaco Cosmo Mitrano. “Da anni l’asilo Nido di Via Amalfi necessitava di migliorie, sopratutto dal punto di vista dell’efficientamento energetico. – ha proseguito il Sindaco – L’intervento previsto viene incontro alle esigenze di risparmio economico e di tutela ambientale, poiché trasforma l’attuale edificio in una struttura pienamente ecosostenibile, e nelle stesso tempo mira a rendere gli ambienti dell’asilo nido ancora più “a misura dei suoi piccoli ospiti”.

All’assessore alle Opere Pubbliche, Cristian Leccese, il compito di spiegare come saranno investiti i fondi stanziati dall’Unione Europea. “Sarà installato un impianto fotovoltaico per la produzione dell’energia elettrica che potrà soddisfare abbondantemente il fabbisogno dell’edificio”, ha spiegato l’assessore. Che ha annunciato anche l’installazione di un impianto solare termico insieme a lavori di coibentazione della copertura. mentre gli attuali infissi saranno sostituiti con altri a maggiore rendimento energetico dotati di vetri di sicurezza a bassa emissione. Questi interventi “Porteranno a risparmi calcolabili in circa il 70% dell’attuale consumo energetico”, ha dichiarato Leccese.

CORRELATI

spot_img
spot_img