mercoledì 28 Luglio 2021
spot_img

A Gaeta Ibrahim Alsabagh, il parroco di Aleppo che rilancia la speranza

Ha sperimentato l’orrore della guerra in Siria, rimanendo sotto le bombe insieme alla sua piccola comunità. E’ il parroco di Aleppo, Ibrahim Alsabagh, testimone del seme di speranza che la fede cristiana costituisce anche nei luoghi più avversi.

Sarà ospite della Fondazione Giovanni Caboto – Palazzo della cultura a Gaeta il prossimo 12 febbraio, in occasione del convegno “Siria, viene il mattino”. L’appuntamento è in programma a partire dalle 18.

Organizzato dall’associazione “Gocce di Fraternità” e dal gruppo musicale “Armonie”, con il patrocinio del Comune di Gaeta, l’incontro farà conoscere il dramma del popolo siriano.

Ibrahim presenterà la sua ultima opera “Viene il mattino. Aleppo, Siria. Riparare la casa, guarire il cuore”. Un viaggio tra sofferenze, esecuzioni di massa, uccisioni, arresti, rapimenti e torture. Sette lunghi anni in cui a pagare il prezzo più alto sono stati i bambini, spesso orfani o nati da stupri e abusi, che non ricevono alcun tipo di assistenza statale.

Il convegno sarà un modo per sostenere questi ragazzi, attraverso la raccolta fondi dell’associazione “Gocce di Fraternità” e del gruppo musicale “Armonie”.

Francesca De Meo
Laureata in Letteratura, scrittura, editoria all'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha fin da piccola coltivato il sogno di fare del giornalismo una professione seria e attenta alle dinamiche della società.

CORRELATI

spot_img
spot_img