venerdì 30 Luglio 2021
spot_img

124mila euro di iva evasa: coinvolte società di Latina e Roma

E’ stata denominata ‘Olio Extra‘ l’inchiesta portata avanti dalla Guardia di Finanza di Treviso e che riguarda un illecito commercio dall’Est Europa di 240 tonnellate di olio motore per veicoli.

Per questo sono state denunciate tre persone, responsabili delle società finite nel mirino e che hanno sede tra le province di Roma e di Latina.

Le indagini hanno avuto inizio dopo un fermo, durante un posto di controllo presso il casello autostradale di “Venezia Est”, di un autoarticolato proveniente dalla Slovenia, con a bordo oltre 23 tonnellate di olio motore e dirette in un deposito di Latina. I seguenti controlli hanno permesso di accertare che il deposito non era autorizzato allo stoccaggio di oli lubrificanti di provenienza comunitaria e che l’impresa acquirente era priva della licenza fiscale per commercializzare questo tipo di prodotti.

L’autoarticolato e il carico di olio motore erano stati quindi sequestrati.

Le successive perquisizioni delle società coinvolte, disposte dalla Procura di Treviso, hanno permesso di sequestrare altre 11 tonnellate di olio motore, oltre ad accertare che le due imprese, fin dal 2014, avevano importato altre 205 tonnellate di olio motore, evadendo oltre 124.000 euro di imposta. Il valore complessivo dell’olio contrabbandato è stato stimato in oltre 3 milioni di euro. La parte sequestrata, pari a 35 tonnellate, è stata affidata ai Vigili del Fuoco del Veneto e del Lazio, per consentirne l’utilizzo nella manutenzione dei mezzi di soccorso.

Maurizio Bindotti
Maurizio Bindotti, laureato in discipline giuridiche con un master in giornalismo multimediale. Ha avuto diverse esperienze nelle redazioni di media digitali appassionandosi di cronaca.

CORRELATI

spot_img
spot_img