Visite specialistiche, tempi di attesa ridotti per 16mila pazienti

di Redazione – Sta avendo successo la campagna attuata dalla Regione Lazio per ridurre le liste di attesa. Il progetto è partito a novembre e il bilancio dei primi due mesi dice che sono stati contattati oltre 72 mila pazienti in attesa di visite specialistiche. Il 67% dei contattati, pari a circa 48 mila unità ha risposto. E in 16 mila hanno accettato di anticipare la visita. 29 mila pazienti hanno confermato l’appuntamento e i rimanenti 2.400 hanno disdetto la visita. Per chi non ha mai risposto alla chiamata, la Regione Lazio ha deciso di provvedere inviando sms. Di 22 mila sms inviati 5 mila hanno ottenuto risposta provvedendo a confermare, anticipare o annullare l’appuntamento.

Per questa operazione l’ente guidato da Nicola Zingaretti ha stanziato 7 milioni di euro. E il Governatore può dirsi soddisfatto perché le lista di attesa sono state nettamente sfoltite. “Ora ci sono le condizioni per governare il sistema ed abbiamo accertato che le Aziende, se opportunamente organizzate, hanno la potenzialità per farlo – ha detto Zingaretti – Per la prima volta abbiamo coinvolto in questa operazione direttamente i cittadini in un numero considerevole e ciò non era mai accaduto prima. Abbiamo lavorato insieme e andremo avanti su questa strada”.

VISITE SPECIALISTICHE NEL TARDO POMERIGGIO E NEL WEEKEND, DALLA REGIONE I FONDI PER RIDURRE LE LISTE DI ATTESA

SHARE