Via Epitaffio, divelti i Velo Ok. Porcari: “Il Comune ha abbandonato la strada”

di Redazione – La sicurezza su Via Epitaffio è al centro dell’ennesimo attacco che il PD sferra all’Amministrazione del Comune di Latina. A farsi portavoce di questa tematica è Fabrizio Porcari. Il Consigliere Comunale contesta che all’installazione dei Velo Ok non sono seguiti i lavori di messa in sicurezza promessi dall’Amministrazione. Il Comune aveva promesso l’adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale, e il rifacimento del manto stradale. Nulla di tutto questo è stato fatto: “La situazione è rimasta tale e quale a quella di un anno e mezzo fa, anzi è andata peggiorando perché dei dieci Velo Ok installati ne sono rimasti quattro e questi quattro nei giorni scorsi sono stati divelti”, ha affermato Porcari.

Via Epitaffio, dice il Consigliere di opposizione, è attraversata ogni giorno da 10 mila veicoli. Il 90% di questi non rispetta il limite di 60 km/h, e anzi, alcuni sfrecciano a velocità pari a 150 kn/h, in particolare nelle ore notturne. “Si tratta di un’arteria molto trafficata e pericolosa, eppure è del tutto abbandonata”, è la considerazione di Porcari. Che passa poi ad accusare l’amministrazione: “Un giorno ci facciamo passare la metro leggera, il giorno dopo non ce la facciamo passare più perché il sindaco ha cambiato idea in merito: l’amministrazione dimostra ancora una volta di navigare a vista sulle questioni sensibili della città, nella totale assenza di una programmazione”.

Circa venti giorni fa, conclude Porcari, aveva chiesto di discutere di Via Epitaffio e dei Velo Ok nella prossima Commissione Viabilità. “Anche questa mia richiesta è stata disattesa – spiega Porcari – Ormai la commissione non viene praticamente più convocata a causa dei contrasti interni alla maggioranza che di fatto bloccano l’azione amministrativa e non consentono di dare risposte concrete ai problemi reali della città”.

SHARE