Variante Prampolini, la Procura indaga anche sul ruolo del direttore generale

di Redazione – Si estende l’inchiesta sulla variante del Quartiere Prampolini nella quale ricade il permesso a costruire in Via Quarto, permesso adesso annullato in autotutela dal Comune di Latina. Secondo quanto si apprende dalla Procura, gli uomini della Forestale sono tornati in Comune per cercare altri documenti.

Se una settimana fa il Nipaf era interessato ad acquisire gli atti relativi al permesso rilasciato alla Generali Costruzioni per costruire una palazzina di 5 piani e le conseguente delibera con la quale il Comune annullava l’autorizzazione, adesso il sostituto procuratore Giuseppe Miliano ha dato mandato di prelevare tutti gli atti riguardanti la nomina di Rino Monti a direttore generale del Comune. Ventura Monti, detto Rino, storico dirigente del Comune di Latina, è stato nominato a marzo scorso direttore generale, nomina che poi gli è stata revocata quando, a novembre, a seguito del ritiro delle dimissioni il sindaco Di Giorgi ha attuato un cambio ai vertici degli uffici del Comune. A Rino Monti non fu rinnovato l’incarico di direttore e perse anche il suo ruolo nel settore urbanistica.

La Procura è interessata a capire se ci sia un qualche collegamento tra la nomina del direttore generale e il rilascio delle autorizzazioni per la variante.

DI GIORGI SOSPENDE TUTTI I PIANI PARTICOLAREGGIATI, I DOCUMENTI AL VAGLIO DI TECNICI ESTERNI

SHARE