Variante Malvaso, investigatore del Nipaf minacciato, Valore Comune: imbarazzante silenzio dei partiti

di Redazione – La solidarietà all’investigatore del Nipaf, Stefano Giulivo, arriva anche da Valore Comune attraverso una nota firmata dalla coordinatrice Cristina Rossi. Secondo quanto riportano gli atti dell’inchiesta, il giorno del sequestro agli investigatori che gli dovevano notificare l’atto il consigliere Malvaso avrebbe risposto con parole poco cordiali come “Ti ricorderai bene di me” e “vengo negli uffici a ritirare l’atto così vi sputo addosso”.

L’associazione fa notare come, dopo l’atto intimidatorio ai danni del magistrato Luisa Aielli, la città si sia mobilitata per mostrare la vicinanza mentre a seguito di queste minacce “nessun gruppo politico presente in consiglio comunale abbia manifestato solidarietà all’investigatore del Nipaf e stigmatizzato le frasi pronunciate da Malvaso”. “Ci saremmo aspettati una levata di scudi in difesa dell’investigatore additato da Malvaso e una ufficiale richiesta di scuse. Nulla di tutto questo è avvenuto. Né i rappresentanti del Partito Democratico, né quelli dell’Altra faccia della Politica e neppure le altre forze di maggioranza e opposizione presenti in Consiglio comunale hanno ufficialmente espresso solidarietà in favore dell’investigatore e dell’istituzione di cui fa parte”.

“Un atteggiamento – conclude Rossi – che stentiamo a capire. A nome di tutta l’associazione Valore Comune esprimo la più piena solidarietà a Stefano Giulivo e a tutto il corpo forestale dello Stato, sperando che l’inchiesta chiarisca al più presto la vicenda e che lo stesso Malvaso prenda coscienza di quanto detto, fossero anche state frasi dettate dalla rabbia del momento”.

SHARE