Valutazione del rischio sismico nei luoghi di lavoro, protocollo di intesa tra Federlazio e Ordine degli Ingegneri

Terremoto-Accumoli
Un palazzo danneggiato dal terremoto ad Accumuli

Federlazio e Ordine degli Ingegneri di Latina pongono l’attenzione sulla necessità di avviare un iter di valutazione del rischio sismico nei luoghi di lavoro, alla luce degli ultimi tragici eventi che hanno interessato la provincia di Rieti con il terremoto che ha distrutto Amatrice ed Accumuli.

Venerdì 21 ottobre, alle 10, presso la sala De Pasquale del Comune di Latina, si terrà un convegno sul tema al quale prenderanno parte il geologo Massimo Amodio che a sismicità della provincia di Latina, l’ing. Alberto Balsamo, docente presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II (Dipartimento di strutture per l’Ingegneria e l’Architettura) che tratterà il tema degli interventi sugli edifici industriali con criteri antisismici oltre al Presidente di Federlazio, Antonella Zonetti e al Presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Fabrizio Ferracci, con la moderazione del Direttore di Federlazio, Saverio Motolese.

Al termine del convegno Federlazio e Ordine degli Ingegneri sigleranno un protocollo di intesa. “Lo scopo – si legge in una nota – è quello di avviare un serio percorso di prevenzione in un territorio, come il nostro, dove insistono numerose aziende costruire con lo stesso criterio degli stabilimenti industriali che, in Emilia Romagna, subirono gravi e irreparabili danni alle strutture.

SHARE