Vacciano e Simeoni rimangono in Senato: l’Aula respinge le dimissioni degli ex M5S pontini

di Redazione – Giuseppe Vacciano e Ivana Simeoni rimarranno ancora Parlamentari della Repubblica Italiana. Lo ha deciso il Senato che ha respinto le loro dimissioni con voto segreto. I due furono eletti nel febbraio 2012 con il Movimento 5 Stelle. Insieme al deputato Cristian Iannuzzi hanno presentato le loro dimissioni in disaccordo con le ultime decisioni assunte dal Movimento guidato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. A seguito di questo annuncio i vertici hanno deciso di espellere i tre dal Movimento, decretandone il passaggio al Gruppo Misto.

La Camera ha già respinto una volta le dimissioni di Cristian Iannuzzi, ora la stessa cosa si è ripetuta in Senato. In aula entrambi hanno spiegato i motivi che li hanno portati a dimettersi. “Purtroppo – ha detto Giuseppe Vacciano – pur condividendo in maniera assoluta il programma politico del Movimento 5 Stelle, non riesco più a riconoscere in esso una parte per me fondamentale dell’originale intenzione che mi ha portato ad entrare in questa prestigiosa istituzione”. Anche Ivana Simeoni ha espresso un pensiero simile: “Il motivo è che troppi di quegli ideali che ci indicavano la strada, con il passare del tempo, sono stati messi da parte. Sono diventati più opachi”. E ancora: “Ad un certo punto il venir meno di troppi elementi fondamentali, primo tra tutti quello della democrazia dal basso, mi hanno fatto capire che ormai siamo andati troppo oltre. Non posso stare a guardare mentre il sogno così bello che avevamo disegnato nel non statuto viene brutalmente modificato”.

Il Senato non ha voluto prendere atto della volontà dei due eletti pontini, ma Giuseppe Vacciano non si dà per vinto. Come Cristian Iannuzzi, ha già annunciato che le dimissioni sono irrevocabili e che saranno reiterate.

DIMISSIONI IANNUZZI, LA CAMERA RESPINGE: L’EX M5S RIMARRÀ IN PARLAMENTO

ANCHE IANNUZZI ESPULSO DAL M5S. LO SFOGO SU FACEBOOK: “CASALEGGIO CAPO POLITICO, DEMOCRAZIA ASSENTE”

SHARE