Urbanistica, in Commissione La Rosa non c’è: è in vacanza. Monti riepiloga i fatti di Via Quarto

di Eleonora Spagnolo – È stata una riunione affollata quella della Commissione Urbanistica che si è tenuta oggi. All’ordine del giorno l’audizione dell’architetto Ventura Monti sui permessi a costruire a Via Quarto, e l’audizione dell’Assessore La Rosa in merito ai procedimenti in itinere di revisione dei piani attuativi. All’appello mancava solo Enzo Malvaso tra i consiglieri comunali. Ma non era il solo assente. Anche l’ex Prefetto ora Assessore all’Urbanistica non era presente. È il presidente di Commissione, Raimondo Tiero, a confermare la sua assenza: “La Rosa è in settimana bianca, ma da lunedì è disponibile a venire”. Insomma, tutto rimandato alla prossima seduta, che sarà fissata non prima di martedì 10 marzo.

Ventura_MontiSu Via Quarto, invece, ha preso la parola l’architetto Ventura Monti che, carte alla mano ha ricostruito l’iter che ha portato all’approvazione della variante R3, che ha permesso la costruzione di un nuovo edificio su Via Quarto. Si tratta di una vicenda che parte dal 2004 quando la società Effebi chiese per la prima volta il permesso di costruire. L’iter è andato avanti fra alterne vicende. A intervenire è stata anche la Regione Lazio, chiamata in causa proprio dalla Effebi che chiedeva un commissario ad acta per valutare i piani su cui stavano lavorando i progettisti del Comune di Latina. Qualcuno ha fatto notare che, se ci fossero state delle irregolarità, la Regione avrebbe dovuto segnalarle all’epoca. Il punto dove più di qualche consigliere di opposizione ha insistito è che il piano dei progettisti del Comune di Latina, che prevede la possibilità di costruire su Via Quarto, è stato consegnato a maggio 2010, prima dell’entrata in vigore delle disposizioni della giunta Polverini, che escludono il Consiglio Comunale dall’approvazione delle varianti, ma non è mai arrivato al Consiglio. La variante R3, invece, è stata approvata dalla giunta comunale nel giugno 2013.

La discussione è proseguita con un botta e risposta tra l’architetto Monti e il Consigliere Cirilli che ha voluto vederci chiaro su volumetrie, perequazioni e compensazioni che hanno portato alla situazione di oggi. Ma poi tutto è terminato con un “ci aggiorniamo”. Alla prossima puntata.

SHARE