Treni Minturno Roma, Trenitalia rivede gli orari. Stefanelli: non basta, servono più corse dirette

Dopo la prima riunione in Regione tra l’assessore ai trasporti Civita, i dirigenti di Trenitalia e il sindaco di Minturno Stefanelli in rappresentanza delle ragioni dei pendolari del sud pontino, c’è stata una rimodulazione del nuovo orario dei treni che dovrebbe entrare in vigore a dicembre.

La nuova proposta avanzata da Trenitalia prevede: nella fascia dalle 4 alle 9 di mattina, in direzione Roma, 6 treni diretti da Minturno e 3 treni veloci da Formia (con coincidenze garantite per chi viene da Minturno).

Nella fascia oraria pomeridiana, dalle 16 alle 20, da Roma ci sono 5 treni diretti a Minturno (senza interruzione a Formia) con l’ultimo treno in arrivo alla stazione di Minturno alle ore 22:24.

Nelle altre fasce orarie i treni continueranno a partire ed arrivare a Formia con coincidenze sullo stesso binario in direzione Roma e in direzione Napoli.

Un passo in avanti che comunque non convince ancora il Comitato dei Pendolari e il sindaco Gerardo Stefanelli che ha chiesto una nuova riunione operativa all’assessore

regionale Michele Civita. “In tale riunione – spiega il primo cittadino di Minturno su Facebook – ho intenzione di chiedere alla Regione di prevedere altri treni diretti a Minturno nella fascia oraria 14/17 e di garantire l’effettività delle coincidenze per le fasce orarie in cui sarà necessario realizzare l’interruzione di carico a Formia. Inoltre il comitato dei pendolari provvederà ad elaborare altre richieste in base ad una ‘misurazione’ effettiva del numero di utenti nelle fasce pendolari”.

Stefanelli ha anche ringraziato il “Comitato dei Pendolari e la Confconsumatori per il prezioso apporto tecnico e per il coinvolgimento degli utenti e della cittadinanza. Inoltre vorrei esprimere un sincero ringraziamento ai colleghi Sindaci del comprensorio per aver tenuto una posizione comune che ha dato forza alle esigenze delle comunità locali” ha scritto il sindaco su Facebook.

SHARE