Trasparenza assente sul sito del Comune di Latina. Zuliani: accedere agli atti pubblici è impossibile

di Massimo Guida – Avete mai navigato sul sito internet del Comune di Latina? Noi sì, ogni giorno per cercare di trovare notizie, curricula e delibere non sempre ottenendo le informazioni che cercavamo. E anche Nicoletta Zuliani, consigliere del PD, che ha scandagliato il sito istituzionale in ogni sua sezione. Il risultato a cui è arrivata è facile da intuire: un’assoluta mancanza di trasparenza e di condivisione dei documenti che, secondo il Decreto legislativo 33/2013, dovrebbero essere facilmente accessibili ai cittadini.

L’articolo 1 del decreto legislativo parla chiarissimo: “La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni” e ancora nell’articolo 3: “Tutti i documenti, le informazioni e i dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblici e chiunque ha diritto di conoscerli, di fruirne gratuitamente, e di utilizzarli e riutilizzarli”

Ma a Latina non è così e la consigliera dem ha scritto una lettera indirizzata al Segretario generale del Comune di Latina, che è anche responsabile per l’ente di procedura Anticorruzione e Trasparenza, per segnalare questa situazione.

Se per esempio un cittadino volesse consultare gli atti relativi ai Piani Particolareggiati Esecutivi, che ormai sono sotto l’occhio della stampa e della magistratura, non riuscirebbe a trovarli, perché non ci sono. “Nella pagina “Amministrazione Trasparente”, d’obbligo per tutti i Comuni – spiega Zuliani -, c’è una sezione denominata ‘Pianificazione e Governo del territorio’ con tre sotto-sezioni tra cui ‘Atti di governo del territorio’, con ulteriore sottosezione ‘Servizio urbanistica’. È proprio qui che ci si aspetterebbe di trovare dati omogenei, raggruppati in tavole e documenti, relativamente ai vari piani particolareggiati dei quartieri nonché al Piano Regolatore Generale. Quest’ultimo non risulta neanche pubblicato. Da notare, inoltre, che in nessuna sezione del sito del Comune di Latina è presente, nonché accessibile o consultabile, il Regolamento Edilizio che pure esiste in forma cartacea, benché obsoleto in diverse parti”.

Ora, visto che la trasparenza e la pubblicazione degli atti sul sito internet sono sanciti da una legge, l’inadempimento di questi obblighi comporta una sanzione “In buona sostanza – spiega la consigliera -, se l’ente non adempie all’obbligo imposto dalla legge, può incorrere in sanzioni ed i dirigenti, pagati per una funzione che non svolgono, possono vedersi decurtare parte dello stipendio”.

SHARE