Top Volley Latina, Bagnoli pronto all’esordio contro Piacenza: “Raddrizziamo la classifica”

Top-Volley-Latina

Daniele Bagnoli si appresta a fare il suo esordio alla guida della Top Volley Latina dopo l’esonero di Vincenzo Nacci. Il primo banco di prova per il tecnico è fissato a domani 6 novembre contro Piacenza, in trasferta. Piacenza è ottava in classifica, con una gara in meno rispetto a Latina, e ha collezionato 4 vittorie e due sconfitte. Si tratta dunque di una trasferta insidiosa.

Insomma, subito una sfida avvincente per Bagnoli. “Entrare a stagione in corso non è mai così semplice ma ci siamo trovati in una situazione dove la squadra aveva bisogno di dare una sferzata alla classifica mentre per quanto mi riguarda io avevo voglia di tornare ad allenare nel campionato italiano – così il tecnico – Stimoli? Assolutamente si e tanti. Per me è uno stimolo fondamentale tornare in Italia e sono curioso di vivere un’esperienza in una squadra che parte da una posizione di classifica abbastanza bassa in questo momento e vedere cosa si riesce a fare. Dobbiamo raddrizzarla il prima possibile questa classifica“.

In rosa Bagnoli ritrova sue vecchie conoscenze: Fei, Maruotti e Sottile. “Per quello che ho visto Latina è una squadra sufficientemente esperta che ha risentito della mancanza dell’opposto titolare e che ha bisogno di ottenere dei risultati – continua Bagnoli -: per questo l’ultima vittoria è stata importante perché ha dato consapevolezza. L’importante è che stiano bene fisicamente anche perché ha buoni valori, voglio trasferire qualche concetto e conoscerli meglio. Il campionato italiano dà stimoli molto forti ma la squadra voglio conoscerla da vicino e vederla sotto pressione per dare una valutazione, dobbiamo lavorare bene e con intensità ma ci sono giocatori che devono essere gestiti.  Ishikawa? L’arrivo di un giocatore competitivo ci può aiutare”.

Infine, Bagnoli parla del pubblico. “Posso dire che ho fatto playoff infuocati a Latina in passato e mi ricordo di grandi battaglie, dove ho anche perso nonostante fossimo la squadra favorita: il pubblico molto corretto, entusiasta, numeroso e spero di farlo tornare in massa al palazzetto. Questo è un obiettivo che la squadra deve avere – conclude – Dobbiamo essere vincenti per mentalità”

SHARE