Tmb a Borgo Montello, Forte: “Dalla Regione soluzioni alternative”. Chiarato: “solo falsità”

di Eleonora Spagnolo – Il consigliere regionale Enrico Forte fa chiarezza sulla questione del Tmb di Ecoambiente a Borgo Montello. “La Regione non poteva non approvare l’Aia”, esordisce il consigliere regionale. Con l’Aia approvata, Ecoambiente avrebbe il via libera per realizzare il Tmb. Ma, spiega Forte, la realizzazione dell’impianto di trattamento meccanico biologico è subordinata all’approvazione di una variante da parte del Comune di Latina. Se questa variante, concepita per riequilibrare gli spazi verdi, fosse approvata, non ci sarebbe spazio per il Tmb. Inoltre, continua Forte, la Regione preme per non realizzare il Tmb ma al massimo un impianto di compostaggio. “Però – precisa e conclude l’esponente del PD alla Pisana – la decisione è del Comune proprietario del 51% di Latina Ambiente”. Latina Ambiente, che a sua volta detiene Ecoambiente. La stessa Latina Ambiente potrebbe presto essere estromessa dalla gestione dei rifiuti nel Comune di Latina. Su questo tema è aperto un dibattito tra maggioranza e opposizione con il PD che preme per indire una gara pubblica.

“Forte dice delle falsità, vada a leggere i documenti”. Replica così senza giri di parole Gianni Chiarato, incontrato mentre aspettavamo che iniziasse il Consiglio comunale sul tema urbanistica. “Ecoambiente può iniziare a fare il Tmb anche domani”, aggiunge. La ragione sta nell’Aia che la Regione Lazio approvò nel 2007 e poi nel 2009, all’epoca della giunta Marrazzo. “La verità è che la Regione è in difficoltà, potevano anche non approvare l’Aia qualche giorno fa”, aggiunge.

SHARE