Terracina, scongiurato l’aumento delle bollette sui rifiuti con le sanzioni alla Servizi Industriali

di Redazione – Si avvicina il cambio di gestione dei rifiuti a Terracina con la De Vizia che prenderà il posto di Servizi Industriali. Ma prima è necessario che giunta e consiglio comunale rivedano il piano economico finanziario, perché il servizio offerto dalla De Vizia ha un costo maggiore rispetto a quello di Servizi Industriali. Il timore dei residenti è che l’aumento sarebbe stato “scaricato” sulle bollette, invece la giunta che si è riunita ieri dovrebbe essere riuscita ad evitare questo rischio.

Il Comune ha infatti sanzionato la Servizi Industriali per un milione di euro per inadempimenti contrattuali, e con questo introito conta di “ammortizzare” i costi della De Vizia. In sostanza, il Pef prima che il Consiglio di Stato estromettesse la Servizi Industriali era di 8,5 milioni di euro. Per coprire i costi della De Vizia andava portato a 9,1 milioni. Ma multando la Servizi Industriali scende a 8,1. Dunque, l’aumento del costo del servizio non dovrebbe pesare sulle tasche dei cittadini, ma su questo la stessa giunta è alla ricerca di conferme. Intanto l’amministrazione pensa anche a sgravi per alcune categorie quali le famiglie con redditi bassi o portatori di handicap. Il piano economico finanziario ora deve essere discusso e approvato in Consiglio Comunale. Solo a quel punto la De Vizia prenderà definitivamente servizio al posto della Servizi Industriali.

TERRACINA, LA GESTIONE DEI RIFIUTI ORA ALLA DE VIZIA. PARTONO I LICENZIAMENTI ALLA SERVIZI INDUSTRIALI

TERRACINA, CAMBIO NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI: LA DITTA USCENTE LICENZIA 30 DIPENDENTI

SHARE