Terracina, la gestione dei rifiuti ora alla De Vizia. Partono i licenziamenti alla Servizi Industriali

di Redazione – La De Vizia ha siglato la determina di affidamento del servizio di gestione rifiuti a Terracina. Finisce così la querelle con la Servizi Industriali, prima vincitrice dell’appalto, poi estromessa dal Consiglio di Stato. La De Vizia inizierà a occuparsi del servizio però solo quando il Comune avrà approvato un nuovo piano economico finanziario. Il costo della De Vizia infatti è superiore a quello della precedente società, per cui se ne dovrà discutere prima in Giunta, poi in Commissione, e infine in Consiglio Comunale, nel più breve tempo possibile.

Intanto il rapporto tra l’Ente e la De Vizia non inizia nel migliore dei modi. La società campana avrebbe inviato una diffida al Comune per la presunta fuga di notizie in cui è emerso che non avrebbe rivelato passate condanne penali, vicenda tirata fuori dalla Servizi Industriali. E, a proposito della Servizi Industriali, sembra ridimensionarsi la portata occupazionale del cambio di gestione del servizio di raccolta rifiuti. Nei giorni scorsi sembrava che l’azienda uscente dovesse tagliare almeno 30 dipendenti, invece le lettere di licenziamento sarebbero “solo” cinque.

TERRACINA, LA DE VIZIA PRONTA A GESTIRE LA RACCOLTA RIFIUTI, MA IN CITTÀ SI TEME L’EMERGENZA

TERRACINA, CAMBIA IL GESTORE DEI RIFIUTI: LA DECISIONE DEL CONSIGLIO DI STATO PORTA RINCARI ALLE BOLLETTE

SHARE