Teatro D’Annunzio riapre con lavori in corso, ordinanza del sindaco e interventi per 160mila euro

Giunta-Coletta

Il teatro di Latina è salvo (forse). Questo quello che emerge dal Consiglio Comunale di oggi in cui uno dei punti all’ordine del giorno riguardava una variazione di bilancio per consentire lo svolgimento dei lavori per l’apertura del teatro D’Annunzio.

È stato l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianfranco Buttarelli, a spiegare che il primo progetto di intervento prevedeva la riduzione del palco, che invece è un punto di forza della struttura proprio per la sua ampiezza. Con una successiva perizia si è deciso di procedere con altri tipi di interventi, più costosi, che lasciano inalterata l’ampiezza della scena. A questo punto è probabile che si proceda con i lavori per 160 mila euro e che il teatro possa riaprire con un’ordinanza sindacale dopo il parere del Comandante dei Vigili del Fuoco.

In definitiva, poco cambierebbe. La struttura sarebbe la stessa che il Commissario Barbato ha chiuso per ragioni di sicurezza. Fino ad ora non sarebbe stato fatto nulla, si riaprirà nelle more dell’espletamento dei lavori.

Sul tema il Consigliere Fabio D’Achille si è pronunciato con dichiarazioni apparse oggi sulla stampa secondo cui sarebbero i dirigenti comunali ad ostacolare la riapertura del teatro. Alla richiesta di chiarimenti arrivata in aula da parte della minoranza, D’Achille ha fatto una parziale marcia indietro.

“Sapete quanto ci ho investito sul teatro – ha detto il Sindaco Damiano Coletta in aula -. Significa cultura, significa dare alla città un fiore all’occhiello che ci rappresenta tutti. Non credo ci siano differenze ideologiche, dobbiamo metterci insieme affinché il teatro possa riaprire. Ci scontriamo con una tempistica che speriamo di riuscire a cambiare. L’assessore Buttarelli ha fatto riferimento a tanti incontri per evitare di ridurre le dimensioni del palco. A questo ci siamo opposti con la variazioni di bilancio. È passato ulteriore tempo perché siamo rimasti in attesa delle perizie”. Coletta non nasconde le sue arrabbiature per la vicenda, perché chiaramente la stagione invernale di solito si definisce entro luglio e a Latina le tempistiche sono chiaramente saltate.

Non è colpa di funzionari e dirigenti – ha precisato il Sindaco in riferimento alle precedenti dichiarazioni di D’Achille – ma il sistema va corretto. Presto ne parleremo in commissione di vigilanza. Arriveremo a una soluzione compromissoria, con l’impegno di iniziare i lavori e completarli e aprire il teatro in modo temporaneo per la stagione invernale. Il Comandante dei Vigili del Fuoco si pronuncerà a seguito di garanzie che stiamo cercando di dargli”.

In definitiva, il Consiglio Comunale è stato chiamato a votare la ratifica di una delibera di giunta per una variazione di bilancio con cui il Comune stanzia 160 mila euro per i lavori del Teatro D’Annunzio. L’atto ha ottenuto i voti a favore della maggioranza, mentre l’opposizione si è astenuta.

SHARE