Sud pontino nella morsa del fuoco: incendi a Itri, Terracina e Campodimele

Il sud pontino ancora nella morsa del fuoco. Non si arrestano gli incendi estivi e ieri, 16 agosto, è stata un’altra giornata di passione. Duro lavoro per tutte le squadre dei vigili del fuoco affiancate dai volontari della protezione civile.

Il primo rogo ha riguardato il comune di Itri, dove sono state impegnate le squadre dei pompieri di Gaeta, Castelforte, Terracina e Sabaudia oltre al Dos che coordinava sia il Canadair Can 24 che i diversi elicotteri e le diverse associazioni di Protezione civile. Solo nel tardo pomeriggio si è avuto la meglio sulle fiamme.

Sempre nel tardo pomeriggio di ieri a Terracina sono scoppiati due grandi incendi, uno in località La Ciana – Monte Giove e l’altro in località San Silviano. Da subito sono intervenute le squadre di Terracina e di Sonnino e Fondi ed il Dos, per poi continuare per tutta la notte con le squadre di Terracina, Latina e Gaeta. Molte le persone che per tutta la notte hanno continuato a chiedere aiuto, perché spaventati dalle fiamme che minacciavano le loro abitazioni. Alle prime luci dell’alba i Dos con i mezzi aerei hanno attaccato l’incendio dall’alto.

Durante la notte la 5A di Gaeta più l’autobotte, veniva deviata, a Campodimele su richiesta del vice sindaco, dove vi era già in atto un altro incendio di montagna che aveva visto impegnata per tutta la giornata la squadra di Fondi DOS e mezzo aereo. Le fiamme avevano danneggiato dei cassonetti dell’isola ecologica.

SHARE